Dolci/ Per la Colazione/ Regionali/ Torte da forno

Torta della Nonna

Torta della nonna

Torta della nonna

La torta della nonna è un dolce classico, che profuma di casa e di tradizione. Si tratta di una crostata farcita con profumata crema pasticcera, decorata con pinoli tostati e zucchero a velo.

Le origini della torta della nonna sono toscane: c’è chi le collega alla città di Arezzo e chi dice sia nata a Firenze. Non è di certo legato al territorio il suo consumo: questo dolce è conosciuto ed apprezzato in tutta Italia, da grandi e piccini.

Perfetto a colazione e a merenda, si presta ad essere servita anche come dessert alla fine di una cena o di un pranzo di famiglia. E per i più golosi, esiste anche una versione ripiena di crema al cioccolato, chiamata Torta del Nonno. Un nome, un perchè.

La ricetta della crema pasticcera che ho utilizzato in questo dolce, è un po’ diversa dal solito in quanto contiene al suo interno un po’ di burro: non lasciatevi spaventare da questo ingrediente un po’ insolito e provatela. Da quando è entrata a far parte del mio quaderno di ricette non l’ho più abbandonata! Preparatene pure in grande quantità , gli avanzi potrete utilizzarli per farcire una crostata di frutta, per realizzare delle crostatine o per farcire dei golosissimi krapfen.

Vediamo insieme gli ingredienti.

Per la pasta frolla

Potete trovare la ricetta della pasta frolla qui.


Per la crema pasticcera:
1 lt di latte fresco intero
300-400 gr di zucchero (dipende dai vostri gusti!)
100 gr di amido di mais
3 tuorli d’uovo
100 gr di burro
Estratto di vaniglia (o una bustina di vanillina)
Scorza di un limone

Procedimento:
1. Mettete sul fornello a bollire 900 ml di latte con la scorza del limone, la vaniglia e metà dose dello zucchero previsto dalla ricetta.
2. In un recipiente, mescolare con la frusta i tuorli e lo zucchero, rendendoli spumosi.
3. Aggiungere la maizena e i rimanenti 100ml di latte.
4. Quando il latte avrà raggiunto il bollore, togliete la buccia di limone dal recipiente e aggiungete (fuori dal fuoco!) il composto che avete preparato (latte+tuorli+amido+zucchero) mescolando vigorosamente con la frusta.
5. Rimettete la crema sul fuoco e continuate a mescolare fino a quando non avrete ottenuto la consistenza che preferite. Personalmente, la faccio diventare molto soda.
Consiglio: utilizzate una pentola con il doppio fondo, così nel caso in cui versiate il composto nel latte quando quest’ultimo non è ancora abbastanza caldo, potrete rimettere la crema sul fuoco senza problemi e senza incorrere in bruciature!
6. Versatela in un recipiente rettangolare, copritela con pellicola a contatto e lasciatela intiepidire.
7. Quando si sarà raffreddata, unite alla crema 100 gr di burro tagliato a tocchetti e miscelatelo con la crema fino a farlo sciogliere.
8. Utilizzando un’impastatrice o un frullino, montate la crema per 15-20 minuti fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo.
9. Trasferite in un recipiente, copritela con pellicola a contatto e lasciatela riposare in frigorifero per almeno un’oretta.
Attenzione: Non spaventatevi se la crema, quando aggiungerete il burro, sembrerà tutta slegata… una volta montata assumerà un aspetto perfetto e, che ve lo dico a fare, un gusto buonissimo!


Per la torta della nonna:

Pasta frolla
Crema pasticcera
Pinoli qb.
Zucchero a velo qb.
Procedimento:

1. Foderate una tortiera del diametro di 22cm con la frolla, tenendone da parte circa 1/4 che ci servirà per ricoprire la crostata.
2. Bucherellate il fondo di pasta frolla aiutandovi con i rebbi di una forchetta.
3. Farcite con la crema pasticcera.
4. Coprite con un disco di pasta frolla, bucherellatelo in superficie e spargete sopra alla crostata una manciata di pinoli.
5. Inforniamo in forno preriscaldato a 180° per 40 minuti.

Salva

Salva

Summary
recipe image
Recipe Name
Torta della Nonna
Published On
Preparation Time
Cook Time
Total Time

You Might Also Like

1 Comment

  • Reply
    Crostata Ricotta e Marmellata, Facile da Fare! | Passami La Ricetta
    23 maggio 2017 at 11:00

    […] Torta della Nonna […]

  • Leave a Reply